Compagnie - Caronte & Tourist

La Compagnia: Presentazione & storia

compagnia

La Caronte & Tourist S.p.A. svolge il traghettamento privato nello Stretto di Messina da quarant'anni.
La sfida armatoriale della Caronte S.p.A. e della Tourist Ferry Boat S.p.A. comincia, parallelamente, il 19 giugno 1965, giorno in cui la nave Marina di Scilla, della società Caronte, effettua il viaggio inaugurale sullo Stretto di Messina, collegando, in alternativa alle Ferrovie dello Stato, i porti di Messina e Reggio Calabria.

Nel 1968 la Tourist Ferry Boat inaugura la nuova tratta Messina-Villa San Giovanni. La scelta della nuova rotta rappresenta un miglioramento del servizio, in quanto permette di realizzare un traghettamento più rapido ed efficiente data la riduzione della distanza e quindi dei tempi di traghettamento.
Nel corso degli anni, con lo sviluppo del trasporto su strada alternativo a quello ferroviario, ed anche grazie alla sempre maggiore efficienza del servizio di attraversamento dello Stretto di Messina, il traffico commerciale diretto e proveniente dalla Sicilia si incrementa progressivamente; ed in poco tempo, tutti i mezzi in transito si spostano sulla nuova tratta e la Messina-Reggio Calabria viene via via abbandonata.

Forti del successo dell'iniziativa, le Società varano prima navi RO-RO (Roll on – Roll off)dotate di doppio portellone e successivamente costruiscono nuove unità dotate di un diverso sistema di propulsione denominato Voith-Schneider, adottato dopo un attento studio che teneva conto delle forti correnti marine presenti nello Stretto. Le nuove navi, oltre ad essere più veloci, hanno una elevata capacità di manovra e garantiscono standard di sicurezza elevati nella navigazione specifica. Negli anni successivi nuove navi di questa tipologia arricchiscono la flotta dell'armamento privato.

Nell' agosto del 1999 viene fatto un ulteriore passo avanti con l'entrata nella flotta, ed in servizio, della Mn "Vestfold". Nave di nuova generazione, a doppio ponte, con capacità di carico e velocità superiori alle precedenti, con portata di 150 auto e 25 articolati.

Nell'Ottobre del 2001, nell'ambito di una diversificazione delle proprie attività, ma soprattutto per venire incontro alla crescente richiesta ed in accordo con le nuove normative che limitano il tempo di guida dei conducenti dei mezzi commerciali; seguendo le indicazioni di uno studio circa gli incrementi di traffico previsti lungo la direttrice Nord/Sud ormai satura ed al fine di bypassare l'autostrada Salerno – Reggio Calabria oggetto di interminabili lavori di ammodernamento, La Caronte e la Tourist Ferry Boat, avviano un pionieristico progetto "Autostrade del mare" che collegano il porto di Messina con Salerno.

Il 7 Ottobre 2001 viene inaugurato il primo servizio con la nave veloce di ultima generazione "Cartour" che collega Messina a Salerno in circa sette ore e mezza.
La linea Messina – Salerno attualmente comprende 3 partenze giornaliere ed è svolta dalle sorelle della "Cartour", la "Cartour Beta e la Cartour Gamma", ad una velocità di 25 nodi, una capacità di stiva pari a 800 auto o 150 mezzi commerciali ed ospitano fino a 1000 passeggeri.
A bordo ci sono cabine, poltrone, bar e ristorante, sala giochi per bambini e negozi.

Il primo Luglio 2003 la Caronte e la Tourist Ferry Boat riorganizzano le loro attività, conferendo i rispettivi rami armatoriali alla neonata Caronte & Tourist S.p.A. e sancendo, così, la fusione delle due Società.

Dopo quasi un decennio dall'inaugurazione delle Autostrade d'Amare, il 19 ottobre 2010 la Caronte & Tourist decide di allargare la propria flotta con l'acquisto di una terza nave: la M/N Cartour Delta

Il compito della neonata M/N sarà inizialmente quello di sostituire, sulla linea Me-Sa, la sorella Beta che, a sua volta, sarà impiegata su una nuova rotta, la grande novità che la Compagnia si appresta a lanciare alle porte del 2011.
Dopo l'ormai consacrato successo della linea Messina- Salerno, consolidato negli anni grazie alla qualità e puntualità del servizio offerto e dal comfort delle proprie navi, la Compagnia, nel novembre del 2010, lancia una nuova linea: la Salerno – Termini Imerese. Una novità che potrebbe rappresentare l'ennesimo salto di qualità di C&T nell'ambito dei trasporti marittimi; una tratta capace di ramificare ancor di più i collegamenti delle Autostrade d'Amare le cui navi, dalla fine del 2010, grazie alla Salerno – Termini Imerese sbarcheranno anche sul versante occidentale della Sicilia.